venerdì 28 settembre 2007

Viale XX settembre quale ricorrenza?




Data storicamente laica e liberale. Il 20 settembre 1870 i Bersaglieri entrarono in Roma attraverso una breccia a Porta Pia ponendo fine allo Stato della Chiesa. Altra data poco conosciuta riguarda un’altra “breccia” anzi una “non breccia” o “divieto di breccia” quella del 20 settembre 1958, quando entra in vigore la legge Merlin che decreta la chiusura delle case di tolleranza e si poneva l’obiettivo di sconfiggere il fenomeno della prostituzione.Due fatti differenti per forma ma uguali per intenti; il tentativo di sconfiggere due fenomeni radicati in una nazione di santi, poeti, eroi, navigatori, puttane e falsi moralisti, breccia e buchi di Pia, chiusi, aperti… A distanza di 137 anni per la prima, e quasi un ventennio per la seconda, non è cambiato molto; certo per questa ultima le case sono chiuse ma le battone ci sono sempre, per la gioia di qualcuno, all’aperto, tra intemperie e cieli azzurri. Invece la Breccia di Porta Pia, che segnò la fine del potere temporale dei Papi, è spesso dimenticata dalle istituzioni e dai cittadini poiché viviamo in un periodo in cui la Chiesa cattolica rivendica spazi sempre più ampi di intervento nelle faccende dello Stato italiano: Il buon pastore tedesco abbaia troppo.Cari cattolici vogliamo tornare ai tempi di Papa Pio IX, monarca assoluto, reazionario e accentratore, contrario all’unità d’Italia? Vogliamo tornare a quando lo Stato Pontificio era uno dei più illiberali d’Europa in cui i cittadini non cattolici erano privi di diritti civili? Non dimentichiamo i diktat clericali, di cattivo gusto che spesso si abbattono sui nostri rappresentanti in parlamento e confondono questi cattolici in buona fede, certamente non poveri visti i lauti guadagni mensili, da far loro dimenticare i principi fondamentali costituzionali “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato." (art. 67 Cost.). Il "Cattolico" in Parlamento non rappresenta se stesso, gli insegnamenti della chiesa, la chiesa stessa, il suo credo o dei "principi religiosi". Chiunque sieda in Parlamento rappresenta il popolo sovrano. Tutto il popolo sovrano, quindi i cattolici, i cattolici osservanti, i cattolici non osservanti, i cattolici che si sono trovati tali perchè appena nati qualcuno gli ha buttato dell'acqua sulla testa, i valdesi, i buddisti, i mussulmani, gli atei. Caro bacchettone ogni volta che attraversi viale XX settembre ricorda che la breccia fu fatta dai bersaglieri mentre la Merlin chiudeva le porte.

G.B.

2 commenti:

sun ha detto...

troppo troppo simpatico complimenti

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Google