venerdì 28 settembre 2007

Foto ricordo estate 2007


Sono tanti i fatti successi in questa estate 2007 che si accinge a terminare, eventi che hanno lasciato uno strascico di polemiche che hanno riempito le pagine di giornali e di internet; ne riportiamo di seguito una breve carrellata.

Il 27 luglio 2007 due giovani omosessuali vengono fermati a Roma, nei pressi del Colosseo, con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico; i due dichiaravano che si stavano solo scambiando bacio appassionato, mentre i carabinieri affermavano che i due erano intenti a consumare un altro tipo di rapporto. A loro difesa si schiera l’associazione Arcigay di Roma accusando le forze dell’ordine di omofobia. In risposta a questo evento, il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli ha organizzato un sit-in intitolato “Mille baci al Colosseo” per ribadire la libertà di baciare che è indiscutibile per chi è eterosessuale; infatti il 29 luglio alle dalle ore 22.00 un numeroso numero di coppie di gay e lesbiche si sono scambiati baci appassionati davanti al noto locale Comingout.

Le Indagini con il relativo procedimento penale sono ancora in corso anche se sembra doversi concludere con un non luogo a procedere. Non si può fare a meno di notare, però, che in questa cupa epoca di tolleranze zero le forze dell'ordine vengono spesso impiegate in una ricerca di atti osceni il più delle volte gay.

Nei primi di Agosto si accendono gli animi di tanti che leggono, increduli, le offensive dichiarazioni del Sindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini; - «Pulizia etnica contro i culattoni», è questa l’affermazione incriminata che lo “sceriffo” treviggiano utilizza per dichiarare la sua lotta contro chi utilizza il parcheggio dell’ospedale locale come luogo di incontro clandestino, manifestando così tutto il suo disprezzo per chi è omosessuale. «Daremo mandato ai nostri legali di agire in giudizio contro di lui – spiega Alessandro Zan, presidente di Arcigay, «non è possibile tollerare oltre affermazioni xenofobe che ricordano le leggi razziali ed i momenti più bui della storia italiana» continua Zan. Intanto il Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli ha già raccolto più di 50 querele per istigazione a delinquere, alcune delle quali provenienti dalla Germania e dalla Gran Bretagna. Alcune denuncie di privati sono pervenute direttamente alla procura di Treviso, e secondo quanto riportato dal 'Corriere del Veneto' in 21 settembre, il Sindaco sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati. Il reato contestato è quello di cui all'art. 414 del codice penale, ossia l'istigazione a delinquere, perché le affermazioni «sono di per sé idonee a provocare un eccitamento, una suggestione o, comunque, essere da sprone per far sorgere o rafforzare da parte di chi ascolta un progetto criminoso nei confronti delle persone omosessuali».

Pegah Emambakhsh, la donna lesbica iraniana quarantenne, è stata scarcerata e le è stata concessa la libertà su cauzione. La giustizia britannica aveva deciso, in un primo tempo, l'espulsione e l'invio in Iran dove era certa la sua lapidazione a causa della sua manifestata omosessualità. Ricordiamo che la sua compagna è stata arrestata, torturata e condannata a morte in Iran, con la stessa accusa. Per questo Pegah era scappata in Inghilterra inoltrando la richiesta di asilo per motivi umanitari. Ci è giunta notizia che in Iran nell’ultimo mese sono stati giustiziati 20 persone per impiccagione perché omosessuali.

Il 22 settembre si è aperta l'edizione 2007 del ''Florence Queer festival'', rassegna cinematografica dedicata alla cultura queer che si concluderà il 6 ottobre. In occasione del Festival verrà inaugurata anche la mostra Queer Remix "Decenni Diversi", sulle culture gay, lesbiche e transgender a Firenze dal 1970 ad oggi. La mostra sarà aperta dal 22 settembre al 22 novembre. Per la chiusura del Festival, il 6 ottobre, Vladimir Luxuria presenterà al Saloncino della Pergola il suo spettacolo "Omaggio a Tondelli"

1 commento:

sun ha detto...

Mi congratulo con l'autrice di questo blog. Molto interessante. Forse la gente ha più bisogno di chattare, ma tenersi informati serve a difendersi da questa eterologa società. Buon lavoro. Dal canto mio ti leggo e ti seguo ogni giorno. AUGURI

Google